The town. Tram Stops

February 1, 2012
2903236@aruba.it

Pubblicazione “Il fotogorafo” – nr. Agosto 2011

Intervista Archivio Caltari – Novembre 2011

Progetto – Milano, La Fermata del Tram (2011)
La fermata. La città che si scompone in mille microcosmi. Vita che pulsa. Poi si ferma e attende. L’attesa. Un istante infinito, un’infinità di istanti in cui nulla è percepito. Il passato non è più, il futuro non è ancora. Il presente si ferma e aspetta. Un luogo che non è luogo. Non è più origine, non è ancora destinazione. Poi arriva il tram e tutto ricomincia. Il divenire riprende a scorrere lungo le arterie della città.La fermata. Un fotogramma della città, dei suoi manifesti pubblicitari che si mimetizzano e contrastano con i pezzi di paesaggio urbano che si stagliano attorno. E’ nella fermata che si scopre un piccolo mondo fatto di genti, razze, culture. Istantanea di Milano. Di una città piena di vita, delle persone che la abitano, unite nell’attesa. Qualcuno si perde nella musica, in un giornale o in un gioco di sguardi. Palcoscenico di incontri mancati, di riflessioni spezzate dall’arrivo del tram.
E poi il viaggio comincia, un viaggio quotidiano fatto di rumori e frenesia della metropoli che divora il silenzio.

Project – Milan, Tram Stops (2011)
The tram stop. The city that is broken into thousand microcosms. Pulsanting life. Then it stops and waits. The waiting. An infinite instant, countless moments in which nothing is perceived. The past is no longer, but the future is not yet. The present stops and waits. A place that is not the place. It is no longer home but not yet assigned. Then it’s tram and everything starts again. Becoming starts to flow through the arteries of the city.
The tram stop. A frame of the city, its advertising posters that hide and contrast with the pieces of urban landscape that stand around. Into the stop you can discover a world of people, races and cultures. Snapshot of Milan. A city full of life, people who live in it, united in the meantime. Someone is lost in the music, in a newspaper or a game looks. Stage of missed encounters, reflections broken by the arrival of the tram.
And then the journey begins, a journey made daily hustle and bustle of the city that devours the silence.


Leave a Reply

The town. Tram Stops The town. Tram Stops The town. Tram Stops The town. Tram Stops The town. Tram Stops The town. Tram Stops The town. Tram Stops The town. Tram Stops The town. Tram Stops The town. Tram Stops The town. Tram Stops The town. Tram Stops The town. Tram Stops The town. Tram Stops The town. Tram Stops The town. Tram Stops The town. Tram Stops The town. Tram Stops The town. Tram Stops The town. Tram Stops The town. Tram Stops The town. Tram Stops The town. Tram Stops The town. Tram Stops
loading..